Credito d'imposta e Sabatini per il 2021: quali sono le novità?

Data: 16-12-2020

credito-d'imposta-sabatini-2021-2022-industria-4.0

Credito d’imposta

 

Il disegno di Legge di Bilancio 2021 prevede una proroga delle principali misure del Piano Transizione 4.0.

L’intervento normativo rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2022 e contiene tre importanti agevolazioni collegate al Piano Transizione 4.0:

 

• il credito d’imposta per investimenti in beni strumentali con aumento delle aliquote e dei tetti di spesa, con ampliamento dell’ambito oggettivo e decorrenza retroattiva;

• il credito d’imposta R&S&I&D con aumento delle aliquote e dei massimali di credito;

• il credito d’imposta Formazione 4.0 con estensione delle tipologie di spese agevolabili.


Acquistando un bene strumentale in leasing si potrà usufruire del credito d’imposta dopo la data riportata sul verbale di consegna o dopo l’esito positivo in caso di collaudo del bene stesso.

Vediamo ora nel dettaglio la differenza fra i benefici fiscali in base alla tipologia del bene.

 

Beni materiali 4.0

 

Per gli investimenti in beni materiali 4.0 effettuati dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021 (con possibile estensione fino al 30 giugno 2022), si otterrà il credito di imposta nella misura del:

 

- 50% del costo, per investimenti fino a 2,5 milioni di Euro;

- 30% del costo, per investimenti superiori a 2,5 milioni e fino a 10 milioni di Euro;

- 10% del costo, per investimenti superiori a 10 milioni e fino a 20 milioni.

 

Per gli investimenti effettuati a decorrere dal 1° gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2022 (con possibile estensione fino al 30 giugno 2023), il credito di imposta tornerà nella misura del:

 

- 40% del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di Euro;

- 20% del costo, per la quota di investimenti superiori a 2,5 milioni e fino a 10 milioni di Euro;

- 10% per la quota di investimenti superiori a 10 milioni e fino a 20 milioni di Euro.

 

Beni immateriali 4.0

 

Per i beni immateriali 4.0 il credito d’imposta è pari al 20% del costo, nel limite massimo di 1 milione di Euro. Rientrano nell’agevolazione anche le spese per servizi inerenti a soluzioni di cloud computing, per la quota imputabile per competenza.

 

Beni strumentali ordinari

 

Per gli investimenti in beni strumentali ordinari effettuati dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021 (con possibile estensione fino al 30 giugno 2022), si otterrà il credito di imposta nella misura del:

 

10% del costo, nel limite massimo di:

- 2 milioni di Euro per i beni materiali;

- 1 milione di Euro per i beni immateriali;

15% per gli investimenti in beni strumentali destinati allo smart working, nel limite massimo di:

- 2 milioni di Euro per i beni materiali;

- 1 milione di Euro per i beni immateriali.

 

Per gli investimenti effettuati a decorrere dal 1° gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2022 (con possibile estensione fino al 30 giugno 2023), il credito di imposta tornerà al 6% del costo e si otterrà nella misura di:

 

- 2 milioni di Euro per i beni materiali;

- 1 milione di Euro per i beni immateriali.

 

Un ulteriore vantaggio oltre all’aumento delle aliquote consiste nella fruibilità del credito d'imposta in sole 3 quote annuali anziché 5; nel caso di soggetti con ricavi o compensi fino a 5 Milioni di Euro che acquistano beni strumentali ordinari sarà possibile beneficiare del credito addirittura in un’unica soluzione.

 

Sabatini

 

Il contributo Sabatini nasce con l’obiettivo di rimborsare alle micro, piccole e medie imprese una parte dei costi del finanziamento per l’acquisto di beni strumentali.

Questa agevolazione riguarda i beni strumentali di valore compreso fra €20.000 e €4 Milioni acquisti in leasing o tramite finanziamento della durata massima di 5 anni. Il contributo erogato dal Ministero dello sviluppo economico è pari al valore degli interessi ad un tasso annuo del:

 

▪ 2,75% per gli investimenti ordinari

▪ 3,575% per gli investimenti in tecnologie “industria 4.0”

 

Per gli investimenti effettuati a partire dal 1° gennaio 2021 il contributo è erogato in un’unica soluzione a prescindere dall’importo.

 

 

 

Per maggiori informazioni contattaci

 



Questo sito web fa uso di cookies al fine di migliorare l'esperienza di navigazione.
Continuando ad utilizzare questo sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all'utilizzo dei cookies.
Maggiori informazioni sull'uso dei cookies